Lo sviluppo morale nel bambino: teorie recenti – Introduzione alla psicologia

Sviluppo morale nel bambino: Ci siamo lasciati la scorsa volta parlando delle teorie di Piaget e di Kohlberg. Ben presto, però, tali teorie sono state criticate in quanto si osservò come in culture diverse molti degli stadi di sviluppo si mescolavano oppure erano presenti contemporaneamente. Di fatto, forme di moralità Read

Lo sviluppo della moralità nel bambino – Introduzione alla Psicologia

Lo sviluppo della moralità nel bambino comprende sia il giudizio morale sia il comportamento morale. Si tratta di un campo molto ampio che rientra più specificamente tra i processi di socializzazione, ma investe anche problemi che riguardano dimensioni più interne del funzionamento della persona, e in particolare le interazioni tra Read

La zona di sviluppo prossimale nella teoria di Lev Vygotskij – Introduzione alla Psicologia Nr. 37

La zona di sviluppo prossimale è un concetto introdotto per la prima volta da Vygotskij e indica l’area in cui si può osservare cosa il bambino è in grado di fare da solo e quali sono i potenziali apprendimenti possibili nel momento in cui è sostenuto da un adulto competente.

Read

LE RELAZIONI DI ATTACCAMENTO TRA BAMBINO E CAREGIVER – INTRODUZIONE ALLA PSICOLOGIA NR. 21

Gli studi di Bowlby e dei suoi collaboratori hanno evidenziato come il legame iniziale che ogni bambino instaura con la propria madre dipenda da un bisogno innato di entrare in contatto con i suoi simili. Il comportamento di attaccamento è quella condotta che il bambino manifesta verso un adulto di Read

Genitori in pratica. Manuale di primo soccorso psicologico per aiutare i propri figli nei problemi quotidiani

Genitori in pratica. Manuale di primo soccorso psicologico per aiutare i propri figli nei problemi quotidiani: la relazione genitore-figlio potrebbe essere paragonata, come sostengono le autrici di questo libro, a un danza in cui il genitore funge da coach nelle situazioni facili e difficili che si manifestano durante la crescita Read

L’educatore emozionale. Di Maria Buccolo (2013) – Recensione

Spesso, i genitori, gli educatori, le figure di riferimento per il bambino, non sono in grado di gestire e riconoscere l’emotività di questo esserino. Per questo spesso soffocano il vissuto emotivo minimizzando o non riconoscendo l’emozione esperita.
Questo comportamento ha un unico risultato: rendere opaca la mente Read